Tra ricerca e industria

Dei miei primi vent'anni di lavoro e, in particolare, della fortunata (per me!) situazione di poter svolgere attività di ricerca e accademica in parallelo sviluppare una carriera nel mondo dell'industria, ho parlato nella prima sezione di questo sito (Università e Ricerca) a cui vi rimando.

Qui mi soffermo invece sul mio progressivo impegno in una dimensione manageriale, a discapito dell'attività di ricerca e dell'insegnamento.

Nel 1964 la Montecatini riorganizzò le sue attività di ricerca e mi mise a capo di una nuova struttura (Istituto Unificato Ricerche di Base) incaricata di svolgere tutte le attività orientate a nuovi prodotti e nuovi processi e di coordinare le attività per lo sviluppo dei prodotti e dei processi già esistenti affidate ai Centri di Ricerca delle Divisioni di produzione.

Rientravano nell'Istituto lo storico Centro Guido Donegani di Novara, il Ronzoni e il Centro di Ferrara.

Le responsabilità manageriali presero lentamente il sopravvento e, pur mantenendo le mie attività di insegnamento al Politecnico, la mia partecipazione diretta allo svolgimento delle ricerche si ridusse fino ad estinguersi del tutto.

A dicembre del 1965 ci fu la fusione Montecatini-Edison da cui nacque Montedison.

La nuova azienda fu strutturata in Divisioni e a capo di ognuna furono posti due responsabili, uno di provenienza Montecatini e l'altro di provenienza Edison. L’unica eccezione fu fatta per la Divisione Ricerca e Sviluppo di cui fui nominato unico responsabile.